聆听教宗方济各
我们将通过这一博客,在一周之内发表教宗方济各讲话 的中文版、教宗每主日的三钟经祈祷讲话、周三例行公开接 见要理、每天清晨在圣女玛尔大之家的弥撒圣祭讲道。 教宗的讲话言简意赅、直入我们每个人的内心深处。他 的话不需要任何评论或者理论说教,只要认识了解、反思默 想足以

IN CAMMINO CON PAPA FRANCESCO
Con questo blog vorremmo mettere in circolazione, entro una settimana, anche in cinese,
le parole che Papa Francesco ci regala all’Angelus di ogni domenica, nella Udienza del Mercoledì, e nelle celebrazioni quotidiane di Santa Marta.
Papa Francesco parla in maniera chiara e diretta, parla al cuore di ognuno di noi. Le sue parole non hanno bisogno di commenti o teorie, ma di essere conosciute e meditate.
HOME - 主页     FOTO - 照片     RICERCA - 搜索     MOBILE - 移动

博客归档 - Archivio blog

Angelus
三钟经


Regina Coeli
天皇后喜乐经


Biografia
生平简历


Costituzioni Apostoliche
宗座宪章


Discorsi
讲话


Encicliche
通谕


Esortazioni Apostoliche
宗座劝谕


Interviste
采访


Lettere
书信


Lettere Apostoliche
宗座书函


Messaggi
文告


Motu Proprio
自动诏书


Omelie
弥撒讲道


Preghiere
祈祷


Santa Marta
圣女玛尔大之家


Udienze
周三公开接见


Viaggi
出访


Servizi
服务


SPECIALE TERRA SANTA
圣地专题报道


在中国的讯息
Scritto da Gigi Di Sacco
il 24 04 2014 alle 10,12

UDIENZA GENERALE, mercoledì 23 aprile 2014

Luca 24, 1-6

chiudi

Luca 24, 1-6

1] Il primo giorno dopo il sabato, di buon mattino, si recarono alla tomba, portando con sé gli aromi che avevano preparato.

[2] Trovarono la pietra rotolata via dal sepolcro;

[3] ma, entrate, non trovarono il corpo del Signore Gesù.

[4] Mentre erano ancora incerte, ecco due uomini apparire vicino a loro in vesti sfolgoranti.

[5] Essendosi le donne impaurite e avendo chinato il volto a terra, essi dissero loro: "Perché cercate tra i morti colui che è vivo?

[6] Non è qui, è risuscitato. Ricordatevi come vi parlò quando era ancora in Galilea,

chiudi

Perché cercate tra i morti colui che è vivo?
Questa frase deve entrare nel cuore e dobbiamo ripeterla.


Papa Francesco
"Perché io nella vita cerco tra i morti Colui che è vivo?". Attorno alla domanda che nel Vangelo annuncia la Risurrezione di Cristo ai discepoli increduli Papa Francesco ha imperniato la catechesi dell'udienza generale di oggi. Oltre 60 mila le persone presenti in Piazza San Pietro, oltre al folto gruppo di disabili che prima dell'udienza il Papa ha salutato di persona in Aula Paolo VI. Il servizio di Alessandro De Carolis:  
È un limite tutto umano cercare ciò che serve nel posto sbagliato. Un aiuto necessario per la vita in luoghi dove lo spazio è piuttosto della morte. Non fa eccezione la fede, ricorda Papa Francesco riandando ai momenti della Risurrezione narrati dal Vangelo. Nessuno all'inizio riconosce Gesù: né la Maddalena davanti al sepolcro vuoto, né i discepoli di Emmaus che tornano a casa "depressi" e sconfitti. Addirittura un Apostolo, Tommaso, "pone delle condizioni" per credere alla Risurrezione: mettere il dito nelle piaghe:
"'Perché stai cercando tra i morti colui che è vivo?'. Quante volte noi cerchiamo la vita fra le cose morte, fra le cose che non possono dare vita, fra le cose che oggi sono e domani non saranno più, le cose che passano… Perché cercate tra i morti colui che è vivo?".
"Non è scontato accettare la vita del Risorto", ammette Papa Francesco, che spiega da cosa dipenda la cecità che impedisce di vedere "Gesù vivo": la chiusura "in una qualsiasi forma di egoismo o di autocompiacimento", il lasciarsi "sedurre dai poteri terreni e dalle cose di questo mondo dimenticando Dio e il prossimo", il riporre le "speranze in vanità mondane, nel denaro, nel successo":
"Allora la Parola di Dio ci dice: 'Perché cercate tra i morti colui che è vivo?'. Perché stai cercando lì? Quello non ti può dare vita! Sì! Forse ti darà un'allegria di un minuto, di un giorno, di una settimana, di un mese… E poi? 'Perché cercate tra i morti colui che è vivo?". Eh, questa frase deve entrare nel cuore e dobbiamo ripeterla'.
Sollecitata da Papa Francesco, la folla ripete tre volte in coro la frase dell'Angelo, la certezza della risurrezione. Un modo per reimparare a cercare Gesù nel posto giusto, cominciando a porsi la giusta domanda e sapendo – assicura il Papa – che Gesù vivo "sarà sempre vicino a noi per correggere la rotta se noi abbiamo sbagliato":
"'Perché cercate tra i morti colui che è vivo?'. Questa domanda ci fa superare la tentazione di guardare indietro, a ciò che è stato ieri, e ci spinge in avanti verso il futuro. Gesù non è nel sepolcro, è il Risorto!, Lui è il Vivente, Colui che sempre rinnova il suo corpo che è la Chiesa e lo fa camminare attirandolo verso di Lui. 'Ieri' è la tomba di Gesù e la tomba della Chiesa, il sepolcro della verità e della giustizia; 'oggi' è la risurrezione perenne verso la quale ci sospinge lo Spirito Santo, donandoci la piena libertà".
Dopo le catechesi in sintesi, Papa Francesco ha tra l'altro ricordato, al momento dei saluti in lingua italiana, la prossima Beatificazione di padre Giuseppe Girotti, in programma sabato pomeriggio ad Alba, in Piemonte. Il religioso, sacerdote dell'Ordine dei Frati Predicatori, venne ucciso in odium fidei nel lager nazista di Dachau:
"La sua eroica testimonianza cristiana e il suo martirio, possano suscitare in molti il desiderio di aderire sempre più a Gesù e al Vangelo".