聆听教宗方济各
我们将通过这一博客,在一周之内发表教宗方济各讲话 的中文版、教宗每主日的三钟经祈祷讲话、周三例行公开接 见要理、每天清晨在圣女玛尔大之家的弥撒圣祭讲道。 教宗的讲话言简意赅、直入我们每个人的内心深处。他 的话不需要任何评论或者理论说教,只要认识了解、反思默 想足以

IN CAMMINO CON PAPA FRANCESCO
Con questo blog vorremmo mettere in circolazione, entro una settimana, anche in cinese,
le parole che Papa Francesco ci regala all’Angelus di ogni domenica, nella Udienza del Mercoledì, e nelle celebrazioni quotidiane di Santa Marta.
Papa Francesco parla in maniera chiara e diretta, parla al cuore di ognuno di noi. Le sue parole non hanno bisogno di commenti o teorie, ma di essere conosciute e meditate.
HOME - 主页     FOTO - 照片     RICERCA - 搜索     MOBILE - 移动

博客归档 - Archivio blog

Angelus
三钟经


Regina Coeli
天皇后喜乐经


Biografia
生平简历


Costituzioni Apostoliche
宗座宪章


Discorsi
讲话


Encicliche
通谕


Esortazioni Apostoliche
宗座劝谕


Interviste
采访


Lettere
书信


Lettere Apostoliche
宗座书函


Messaggi
文告


Motu Proprio
自动诏书


Omelie
弥撒讲道


Preghiere
祈祷


Santa Marta
圣女玛尔大之家


Udienze
周三公开接见


Viaggi
出访


Servizi
服务


SPECIALE TERRA SANTA
圣地专题报道


在中国的讯息
Scritto da Gigi Di Sacco
il 01 01 2015 alle 22,47

ANGELUS, 1 gennaio 2015

Un anno di pace sotto la protezione materna di Maria, Madre di Dio e Madre nostra
All'Angelus, papa Francesco invita ad ascoltare i rintocchi della "Maria Dolens", la campana benedetta da Paolo VI per i caduti di tutte le guerre e sottolinea le frasi di due cartelli: "la pace è sempre possibile" e "la preghiera è la radice della pace". Chiede a tutti di salutare Maria come "Santa Madre di Dio!”. 
L'invito a scoprire la data del proprio battesimo, "giorno di festa", in cui abbiamo ricevuto "l'amore, la tenerezza, la misericordia del Padre celeste".


 Papa Francesco- Col suono della campana "Maria Dolens" di Rovereto (Trento), benedetta da Paolo VI nel 1965, "in onore dei caduti di tutte le guerre", si è concluso il primo Angelus di papa Francesco per il 2015. Il pontefice, richiamando l'attenzione delle decine di migliaia di pellegrini radunati in piazza san Pietro ai rintocchi della campana, ha aggiunto: "Che sia l'auspicio che mai più vi siano guerre, ma sempre desiderio e impegno di pace e di fraternità tra i popoli".

Augurando buon anno "a tutti", egli ha detto: "Sia un anno di pace nell'abbraccio di tenerezza del Signore e con la protezione materna di Maria, Madre di Dio e Madre nostra".

Il breve discorso di Francesco prima dell'Angelus è stato un intreccio fra il tema della pace - essendo il primo gennaio Giornata mondiale della pace - e quello di Maria Madre di Dio, di cui si celebra oggi la solennità liturgica.

Anche qui, come per la messa celebrata in precedenza nella basilica, il papa ha invitato i presenti a proclamare "tutti insieme, tre volte, forte: 'Santa Madre di Dio!'". "A Lei - ha detto - chiediamo di stendere su di noi e su tutti i giorni del nuovo anno il manto della tua materna protezione".

"All'inizio di un nuovo anno - ha aggiunto - ci fa bene ricordare il giorno del nostro Battesimo: riscopriamo il regalo ricevuto in quel Sacramento che ci ha rigenerato a vita nuova: la vita divina. E questo attraverso la Madre Chiesa, che ha come modello la Madre Maria. Grazie al Battesimo siamo stati introdotti nella comunione con Dio e non siamo più in balia del male e del peccato, ma riceviamo l'amore, la tenerezza, la misericordia del Padre celeste".

Il papa ha allora domandato ai pellegrini quanti di loro ricordano la data del loro battesimo. E poiché non erano tanti, egli ha dato "un compito a casa": ricercare "con l'aiuto di genitori, padrini, zii,..." la data del proprio battesimo perché "quello è un giorno di festa, per ringraziare Dio del dono del battesimo".

Sul tema della pace, Francesco ha preso spunto da alcuni striscioni esibiti nella piazza, due in particolare, che dicevano "la pace è sempre possibile" e "la preghiera è la radice della pace".

Ricordando il suo Messaggio di quest'anno sul tema "Non più schiavi, ma fratelli" egli ha detto: ["E'] un messaggio che ci coinvolge tutti. Tutti siamo chiamati a combattere ogni forma di schiavitù e a costruire fraternità. Tutti, ciascuno secondo la propria responsabilità. Ricordate bene: 'la pace è possibile' e 'alla radice della pace sempre c'è la preghiera'. Preghiamo per la pace".

Per il papa vi è un filo comune che lega i temi della Maternità di Maria, del battesimo e della pace: "Il Battesimo - ha spiegato - ci innesta come membra vive in Cristo e ci inserisce nella sua Chiesa.... E questo [avviene] attraverso la Madre Chiesa, che ha come modello la Madre Maria.... Questa prossimità di Dio alla nostra esistenza ci dona la vera pace, il dono divino che vogliamo implorare specialmente oggi, Giornata Mondiale della Pace".