聆听教宗方济各
我们将通过这一博客,在一周之内发表教宗方济各讲话 的中文版、教宗每主日的三钟经祈祷讲话、周三例行公开接 见要理、每天清晨在圣女玛尔大之家的弥撒圣祭讲道。 教宗的讲话言简意赅、直入我们每个人的内心深处。他 的话不需要任何评论或者理论说教,只要认识了解、反思默 想足以

IN CAMMINO CON PAPA FRANCESCO
Con questo blog vorremmo mettere in circolazione, entro una settimana, anche in cinese,
le parole che Papa Francesco ci regala all’Angelus di ogni domenica, nella Udienza del Mercoledì, e nelle celebrazioni quotidiane di Santa Marta.
Papa Francesco parla in maniera chiara e diretta, parla al cuore di ognuno di noi. Le sue parole non hanno bisogno di commenti o teorie, ma di essere conosciute e meditate.
HOME - 主页     FOTO - 照片     RICERCA - 搜索     MOBILE - 移动

博客归档 - Archivio blog

Angelus
三钟经


Regina Coeli
天皇后喜乐经


Biografia
生平简历


Costituzioni Apostoliche
宗座宪章


Discorsi
讲话


Encicliche
通谕


Esortazioni Apostoliche
宗座劝谕


Interviste
采访


Lettere
书信


Lettere Apostoliche
宗座书函


Messaggi
文告


Motu Proprio
自动诏书


Omelie
弥撒讲道


Preghiere
祈祷


Santa Marta
圣女玛尔大之家


Udienze
周三公开接见


Viaggi
出访


Servizi
服务


SPECIALE TERRA SANTA
圣地专题报道


在中国的讯息
Scritto da Gigi Di Sacco
il 26 06 2019 alle 15,14

Angelus, 23 giugno 2019

0

L’Eucarestia è la sintesi di tutta l’esistenza di Gesù

Nella solennità del Corpus Domini, papa Francesco ricorda la messa e la processione eucaristica a Casal Bertone, dove lui si recherà nel pomeriggio. “Dalla logica del ‘ciascuno per sé’ a quella della condivisione”. “Non abituiamoci” all’eucaristia, perché “è Gesù”. Un applauso per le martiri spagnole Maria Carmen Lacaba Andía e 13 consorelle dell’Ordine francescano dell’Immacolata Concezione.

 


Papa Francesco– “L’Eucaristia è la sintesi di tutta l’esistenza di Gesù, che è stata un unico atto di amore al Padre e ai fratelli”. È quanto ha sottolineato papa Francesco commentando il vangelo della solennità odierna del Corpus Domini, celebrata in Italia e in altre nazioni.

Prima della preghiera dell’Angelus, parlando ai pellegrini radunati in piazza san Pietro, egli ha spiegato che il miracolo dei pani, di cui narra il vangelo di oggi (Luca 9,11-17), invita anzitutto i discepoli “a compiere una vera conversione dalla logica del ‘ciascuno per sé’ a quella della condivisione, incominciando da quel poco che la Provvidenza ci mette a disposizione”. Ma soprattutto, quel miracolo “manifesta la potenza del Messia e, nello stesso tempo, la sua compassione per la gente. Quel gesto prodigioso non solo rimane come uno dei grandi segni della vita pubblica di Gesù, ma anticipa quello che sarà poi, alla fine, il memoriale del suo sacrificio, cioè l’Eucaristia, sacramento del suo Corpo e del suo Sangue donati per salvezza del mondo”.

“L’Eucaristia è la sintesi di tutta l’esistenza di Gesù, che è stata un unico atto di amore al Padre e ai fratelli. Anche lì, come nel miracolo della moltiplicazione dei pani, Gesù prese il pane nelle sue mani, elevò al Padre la preghiera di benedizione, spezzò il pane e lo diede ai discepoli; e lo stesso fece con il calice del vino. Ma in quel momento, alla vigilia della sua Passione, Egli volle lasciare in quel gesto il Testamento della nuova ed eterna Alleanza, memoriale perpetuo della sua Pasqua di morte e risurrezione. La festa del Corpus Domini ci invita ogni anno a rinnovare lo stupore e la gioia per questo dono stupendo del Signore, che è l’Eucaristia. Accogliamolo con gratitudine, non in modo passivo, abitudinario, ma rinnovando davvero il nostro ‘amen’ al Corpo di Cristo, perché il dinamismo del suo amore trasformi la nostra vita in offerta pura e santa a Dio e per il bene di quanti incontriamo sulla nostra strada”. “Non abituiamoci”, ha aggiunto a braccio, “accogliamo con gioia l’eucaristia” perché lì c’è Gesù, è Gesù!”.

“Espressione della fede eucaristica del popolo santo di Dio – ha concluso - sono le processioni con il Santissimo Sacramento, che in questa Solennità si svolgono dappertutto nella Chiesa Cattolica. Anch’io questa sera, nel quartiere romano di Casal Bertone, celebrerò la Messa, a cui seguirà la processione. Invito tutti a partecipare, anche spiritualmente, mediante la radio e la televisione. La Madonna ci aiuti a seguire con fede e amore Gesù che adoriamo nell’Eucaristia”.

Dopo la preghiera mariana, Francesco ha ricordato che ieri, a Madrid, sono state proclamate beate Maria Carmen Lacaba Andía e 13 consorelle dell’Ordine francescano dell’Immacolata Concezione, uccise in odio alla fede durante la persecuzione religiosa tra il 1936 e il 1939. “Queste monache di clausura – ha spiegato - come le vergini prudenti, attesero con fede eroica l’arrivo dello Sposo divino. Il loro martirio è un invito per tutti noi ad essere forti e perseveranti specialmente nell’ora della prova”. E ha invitato i presenti a un applauso per le nuove beate.