聆听教宗方济各
我们将通过这一博客,在一周之内发表教宗方济各讲话 的中文版、教宗每主日的三钟经祈祷讲话、周三例行公开接 见要理、每天清晨在圣女玛尔大之家的弥撒圣祭讲道。 教宗的讲话言简意赅、直入我们每个人的内心深处。他 的话不需要任何评论或者理论说教,只要认识了解、反思默 想足以

IN CAMMINO CON PAPA FRANCESCO
Con questo blog vorremmo mettere in circolazione, entro una settimana, anche in cinese,
le parole che Papa Francesco ci regala all’Angelus di ogni domenica, nella Udienza del Mercoledì, e nelle celebrazioni quotidiane di Santa Marta.
Papa Francesco parla in maniera chiara e diretta, parla al cuore di ognuno di noi. Le sue parole non hanno bisogno di commenti o teorie, ma di essere conosciute e meditate.
HOME - 主页     FOTO - 照片     RICERCA - 搜索     MOBILE - 移动

博客归档 - Archivio blog

Angelus
三钟经


Regina Coeli
天皇后喜乐经


Biografia
生平简历


Costituzioni Apostoliche
宗座宪章


Discorsi
讲话


Encicliche
通谕


Esortazioni Apostoliche
宗座劝谕


Interviste
采访


Lettere
书信


Lettere Apostoliche
宗座书函


Messaggi
文告


Motu Proprio
自动诏书


Omelie
弥撒讲道


Preghiere
祈祷


Santa Marta
圣女玛尔大之家


Udienze
周三公开接见


Viaggi
出访


Servizi
服务


SPECIALE TERRA SANTA
圣地专题报道


在中国的讯息
Scritto da Gigi Di Sacco
il 29 03 2019 alle 10,36

Angelus, 10 marzo 2019

0

Con il diavolo non si dialoga, si risponde con la Parola di Dio

Il Papa ricorda che la vita interiore, la fede in Dio e la certezza del suo amore sono i rimedi contro le tentazioni

 


Papa Francesco- Ci sono strade che il mondo sempre propone promettendo grandi successi. Sono “l’avidità di possesso, la gloria umana, la strumentalizzazione di Dio”. "Sono strade per ingannarci", È quanto sottolinea Papa Francesco all’Angelus ricordando il Vangelo di questa prima domenica di Quaresima che “narra l’esperienza delle tentazioni di Gesù nel deserto”. 
La strada dell’avidità di possesso
Gesù, ricorda il Pontefice, è tentato tre volte dal diavolo che “prima lo invita a trasformare una pietra in pane”. "È sempre questa la logica insidiosa del diavolo".
Egli parte dal naturale e legittimo bisogno di nutrirsi, di vivere, di realizzarsi, di essere felici, per spingerci a credere che tutto ciò è possibile senza Dio, anzi, persino contro di Lui.
Ma Gesù afferma di volersi abbandonare con piena fiducia alla provvidenza del Padre e si oppone dicendo: “Non di solo pane vivrà l’uomo”.
La strada della gloria umana
Il diavolo tenta una seconda volta Gesù: “mostra dall’alto i regni della terra” e gli prospetta “di diventare un messia potente e glorioso”. Gesù risponde: “Solo al Signore Dio tuo ti prostrerai, lui solo adorerai”.
Si può perdere ogni dignità personale, ci si lascia corrompere dagli idoli del denaro, del successo e del potere, pur di raggiungere la propria auto affermazione. E si gusta l’ebbrezza di una gioia vuota che ben presto svanisce.
Strumentalizzare Dio
Nella terza tentazione, il diavolo conduce Gesù sul punto più alto del tempio di Gerusalemme e “lo invita a buttarsi giù, per manifestare in maniera spettacolare la sua potenza divina”. “Gesù oppone di nuovo la ferma decisione di rimanere umile e fiducioso di fronte al Padre”.
Così Gesù respinge la tentazione forse più sottile: quella di voler “tirare Dio dalla nostra parte”, chiedendogli grazie che in realtà servono a soddisfare il nostro orgoglio.
 
Sperimentare la presenza di Dio
Le strade che ci vengono messe davanti “con l’illusione di poter così ottenere il successo e la felicità”, conclude il Pontefice, sono in realtà “del tutto estranee al modo di agire di Dio; anzi, di fatto ci separano da Lui, perché sono opera di Satana”:
Gesù, affrontando in prima persona queste prove, vince per tre volte la tentazione per aderire pienamente al progetto del Padre. E ci indica i rimedi: la vita interiore, la fede in Dio, la certezza del suo amore, la certezza che Dio ci ama, che è Padre, e con questa certezza vinceremo ogni tentazione. Ma c’è una cosa, su cui vorrei attirare l’attenzione, una cosa interessante. Gesù nel rispondere al tentatore non entra in dialogo, ma risponde alle tre sfide soltanto con la Parola di Dio. Questo ci insegna che con il diavolo non si dialoga, non si deve dialogare, soltanto gli si risponde con la Parola di Dio. Approfittiamo dunque della Quaresima, come di un tempo privilegiato per purificarci, per sperimentare la consolante presenza di Dio nella nostra vita.
Il cammino quaresimale porti frutti
Dopo l’Angelus, Francesco ha ricordato che ieri a Oviedo (Spagna), “sono stati proclamati beati i seminaristi Angelo Cuartas e otto compagni martiri, uccisi in odio alla fede in un tempo di persecuzione religiosa”. E infine ha augurato a tutti che “il cammino quaresimale, da poco iniziato, sia ricco di frutti”. Il Papa ha anche ricordato che questa sera inizierà ad Ariccia la settimana di esercizi spirituali per i collaboratori della Curia romana.