聆听教宗方济各
我们将通过这一博客,在一周之内发表教宗方济各讲话 的中文版、教宗每主日的三钟经祈祷讲话、周三例行公开接 见要理、每天清晨在圣女玛尔大之家的弥撒圣祭讲道。 教宗的讲话言简意赅、直入我们每个人的内心深处。他 的话不需要任何评论或者理论说教,只要认识了解、反思默 想足以

IN CAMMINO CON PAPA FRANCESCO
Con questo blog vorremmo mettere in circolazione, entro una settimana, anche in cinese,
le parole che Papa Francesco ci regala all’Angelus di ogni domenica, nella Udienza del Mercoledì, e nelle celebrazioni quotidiane di Santa Marta.
Papa Francesco parla in maniera chiara e diretta, parla al cuore di ognuno di noi. Le sue parole non hanno bisogno di commenti o teorie, ma di essere conosciute e meditate.
HOME - 主页     FOTO - 照片     RICERCA - 搜索     MOBILE - 移动

博客归档 - Archivio blog

Angelus
三钟经


Regina Coeli
天皇后喜乐经


Biografia
生平简历


Costituzioni Apostoliche
宗座宪章


Discorsi
讲话


Encicliche
通谕


Esortazioni Apostoliche
宗座劝谕


Interviste
采访


Lettere
书信


Lettere Apostoliche
宗座书函


Messaggi
文告


Motu Proprio
自动诏书


Omelie
弥撒讲道


Preghiere
祈祷


Santa Marta
圣女玛尔大之家


Udienze
周三公开接见


Viaggi
出访


Servizi
服务


SPECIALE TERRA SANTA
圣地专题报道


在中国的讯息
Scritto da Gigi Di Sacco
il 12 11 2018 alle 17,18

Udienza Generale 10 ottobre 2018

0

Dio ama ogni vita, aborto non è atto civile né umano

Stamani, nella catechesi all'udienza generale, Papa Francesco ha pronunciato un nuovo appello in difesa di ogni vita umana, da quella del bambino a quella dell'anziano. “Dio è amante della vita”, ha ribadito ricordando che "in ogni bambino malato, in ogni anziano debole, in ogni migrante disperato, in ogni vita fragile e minacciata, Cristo ci sta cercando"

 


Papa Francesco

-“Un approccio contraddittorio consente anche la soppressione della vita umana nel grembo materno in nome della salvaguardia di altri diritti”. Così il Papa che ha lanciato un forte monito a difesa della vita umana, nella catechesi all’udienza generale in Piazza San Pietro, dedicata oggi al Quinto Comandamento: “Non uccidere”.

Aborto come affittare un sicario

Un comandamento che, appunto, si erge “come muraglia a difesa del valore basilare nei rapporti umani: il valore della vita”,  “aggredita dalle guerre, dalle organizzazioni che sfruttano l’uomo, dalle speculazioni sul creato e dalla cultura dello scarto, e da tutti i sistemi che sottomettono l’esistenza umana a calcoli di opportunità, mentre un numero scandaloso di persone vive in uno stato indegno dell’uomo”. Ma come può essere terapeutico, civile, o semplicemente umano un atto che sopprime la vita innocente e inerme nel suo sbocciare? Io vi domando: è giusto “fare fuori” una vita umana per risolvere un problema? E’ giusto affittare un sicario per risolvere un problema? Non si può, non è giusto “fare fuori” un essere umano, benché piccolo, per risolvere un problema. E’ come affittare un sicario per risolvere un problema.

Origine della violenza nella paura

Il Papa indica che l’origine di violenza e rifiuto della vita è nella paura, perché l’accoglienza dell’altro è “una sfida all’individualismo”:

Pensiamo, ad esempio, a quando si scopre che una vita nascente è portatrice di disabilità, anche grave. I genitori, in questi casi drammatici, hanno bisogno di vera vicinanza, di vera solidarietà, per affrontare la realtà superando le comprensibili paure. Invece spesso ricevono frettolosi consigli di interrompere la gravidanza, cioè è un modo di dire: “interrompere la gravidanza” significa “fare fuori uno”, direttamente.

Vita vulnerabile è via d’uscita da individualismo e fa scoprire gioia dell'amore

In realtà “un bimbo malato è come ogni bisognoso della terra”, come un anziano che necessita di assistenza, come tanti poveri che stentano a tirare avanti: sono “un dono di Dio che può tirarmi fuori dall’egocentrismo e farmi crescere nell’amore”, dice Francesco. E in questo senso, ringrazia più volte i tanti volontari, il volontariato italiano che – dice – “è il più forte che io abbia conosciuto”.

Denaro, potere, successo: parametri errati

Francesco si interroga anche sulle cause del rifiuto della vita, che “sono gli idoli di questo mondo": il denaro che porta a pensare che sia meglio togliere di mezzo qualcuno, “perché costerà”, e ancora, il potere, il successo”, “parametri errati per valutare la vita”.  

Ogni vita vale il sangue di Cristo. Non disprezzarla

Vale, invece, la pena “accogliere ogni vita perché ogni uomo vale il sangue di Cristo stesso” e non si può, dunque, “disprezzare ciò che Dio ha tanto amato”. "In ogni bambino malato, in ogni anziano debole, in ogni migrante disperato, in ogni vita fragile e minacciata, Cristo ci sta cercando, sta cercando il nostro cuore, per dischiuderci la gioia dell’amore", ribadisce Francesco esortando quindi a non disprezzare la vita, né la propria né quella altrui.

Dobbiamo dire agli uomini e alle donne del mondo: non disprezzate la vita! La vita altrui, ma anche la propria, perché anche per essa vale il comando: «Non uccidere». A tanti giovani va detto: non disprezzare la tua esistenza! Smetti di rifiutare l’opera di Dio! Tu sei un’opera di Dio! Non sottovalutarti, non disprezzarti con le dipendenze che ti rovineranno e ti porteranno alla morte!

Misura autentica della vita è l’amore con cui Dio la ama

"Dio è amante della vita”, afferma più volte il Papa, chiedendo ai presenti all’udienza di unirsi a lui e ripetere questa affermazione. L’unica misura autentica della vita è, infatti, l’amore “con cui Dio ama la vita”, “l’amore con cui Dio ama ogni vita umana”.