聆听教宗方济各
我们将通过这一博客,在一周之内发表教宗方济各讲话 的中文版、教宗每主日的三钟经祈祷讲话、周三例行公开接 见要理、每天清晨在圣女玛尔大之家的弥撒圣祭讲道。 教宗的讲话言简意赅、直入我们每个人的内心深处。他 的话不需要任何评论或者理论说教,只要认识了解、反思默 想足以

IN CAMMINO CON PAPA FRANCESCO
Con questo blog vorremmo mettere in circolazione, entro una settimana, anche in cinese,
le parole che Papa Francesco ci regala all’Angelus di ogni domenica, nella Udienza del Mercoledì, e nelle celebrazioni quotidiane di Santa Marta.
Papa Francesco parla in maniera chiara e diretta, parla al cuore di ognuno di noi. Le sue parole non hanno bisogno di commenti o teorie, ma di essere conosciute e meditate.
HOME - 主页     FOTO - 照片     RICERCA - 搜索     MOBILE - 移动

博客归档 - Archivio blog

Angelus
三钟经


Regina Coeli
天皇后喜乐经


Biografia
生平简历


Costituzioni Apostoliche
宗座宪章


Discorsi
讲话


Encicliche
通谕


Esortazioni Apostoliche
宗座劝谕


Interviste
采访


Lettere
书信


Lettere Apostoliche
宗座书函


Messaggi
文告


Motu Proprio
自动诏书


Omelie
弥撒讲道


Preghiere
祈祷


Santa Marta
圣女玛尔大之家


Udienze
周三公开接见


Viaggi
出访


Servizi
服务


SPECIALE TERRA SANTA
圣地专题报道


在中国的讯息
Scritto da Gigi Di Sacco
il 14 09 2018 alle 09,19

Santa Marta, 13 settembre 2018

La misericordia è lo stile del cristiano

Nella cappella della Casa Santa Marta, il Pontefice celebra la Messa e ricorda che i cristiani non seguono “lo spirito del mondo”, ma vivono la “follia della croce”

 


Papa Francesco- “Essere cristiano non è facile”, ma rende “felici”: il cammino che ci indica il Padre Celeste è quello della “misericordia” e “della pace interiore”. Nella Messa celebrata a Casa Santa Marta, Papa Francesco chiarisce nuovamente i tratti distintivi dello “stile cristiano”, partendo dall’odierno Vangelo di Luca (Lc 6,27-38). Il Signore, precisa il Pontefice, sempre ci indica come dovrebbe essere “la vita di un discepolo”, attraverso, ad esempio, le Beatitudini o le Opere di misericordia. 

Andare contro la logica del mondo

In modo particolare, l’odierna liturgia mette a fuoco “quattro dettagli per vivere la vita cristiana”: “amate i vostri nemici, fate del bene a quelli che vi odiano, benedite coloro che vi maledicono, pregate per coloro che vi trattano male”. Nell’omelia, Papa Bergoglio rimarca che i cristiani non dovrebbero mai entrare “nel chiacchiericcio” o “nella logica degli insulti”, che genera solo la “guerra”, ma trovare sempre il tempo di “pregare per le persone fastidiose”:

Questo è lo stile cristiano, questo è il modo di vivere cristiano. Ma se io non faccio queste quattro cose? Amare i nemici, fare del bene a quelli che mi odiano, benedire coloro che mi maledicono, e pregare per coloro che mi trattano male, non sono cristiano? Sì, sei cristiano perché hai ricevuto il Battesimo, ma non vivi come un cristiano. Vivi come un pagano, con lo spirito della mondanità.

La follia della croce

Certo è più facile “sparlare dei nemici o di coloro che sono di un partito diverso”, ma la logica cristiana va controcorrente e segue la “follia della Croce”. Il fine ultimo, aggiunge Papa Francesco, “è arrivare a comportarci come figli del nostro Padre”:

Soltanto i misericordiosi assomigliano a Dio Padre. "Siate misericordiosi, come il Padre vostro è misericordioso". Questa è la strada, la strada che va contro lo spirito del mondo, che pensa il contrario, che non accusa gli altri. Perché fra noi c’è il grande accusatore, quello che sempre va ad accusarci davanti a Dio, per distruggerci. Satana: lui è il grande accusatore. E quando io entro in questa logica di accusare, maledire, cercare di fare del male all’altro, entro nella logica del grande accusatore che è distruttore. Che non conosce la parola ‘misericordia’, non conosce, mai l’ha vissuta.

La misericordia del cristiano

La vita, quindi, oscilla tra due inviti: quello del Padre e quello del “grande accusatore”, “che ci spinge ad accusare gli altri, per distruggerli”.

Ma è lui che mi sta distruggendo! E tu non puoi farlo all’altro. Tu non puoi entrare nella logica dell’accusatore. "Ma padre, io devo accusare". Sì, accusa te stesso. Ti farà bene. L’unica accusa lecita che noi cristiani abbiamo, è accusare noi stessi. Per gli altri soltanto la misericordia, perché siamo figli del Padre che è misericordioso.