聆听教宗方济各
我们将通过这一博客,在一周之内发表教宗方济各讲话 的中文版、教宗每主日的三钟经祈祷讲话、周三例行公开接 见要理、每天清晨在圣女玛尔大之家的弥撒圣祭讲道。 教宗的讲话言简意赅、直入我们每个人的内心深处。他 的话不需要任何评论或者理论说教,只要认识了解、反思默 想足以

IN CAMMINO CON PAPA FRANCESCO
Con questo blog vorremmo mettere in circolazione, entro una settimana, anche in cinese,
le parole che Papa Francesco ci regala all’Angelus di ogni domenica, nella Udienza del Mercoledì, e nelle celebrazioni quotidiane di Santa Marta.
Papa Francesco parla in maniera chiara e diretta, parla al cuore di ognuno di noi. Le sue parole non hanno bisogno di commenti o teorie, ma di essere conosciute e meditate.
HOME - 主页     FOTO - 照片     RICERCA - 搜索     MOBILE - 移动

博客归档 - Archivio blog

Angelus
三钟经


Regina Coeli
天皇后喜乐经


Biografia
生平简历


Costituzioni Apostoliche
宗座宪章


Discorsi
讲话


Encicliche
通谕


Esortazioni Apostoliche
宗座劝谕


Interviste
采访


Lettere
书信


Lettere Apostoliche
宗座书函


Messaggi
文告


Motu Proprio
自动诏书


Omelie
弥撒讲道


Preghiere
祈祷


Santa Marta
圣女玛尔大之家


Udienze
周三公开接见


Viaggi
出访


Servizi
服务


SPECIALE TERRA SANTA
圣地专题报道


在中国的讯息
Scritto da Gigi Di Sacco
il 04 06 2018 alle 23,28

Santa Marta, 01/06/2018

0

C’è il diavolo dietro alla ‘grande persecuzione’ dei nostri giorni“Il demonio cerca di distruggere la confessione di Cristo nei cristiani e l’immagine di Dio nell’uomo e nella donna”. 
Francesco ha indicato la fame, una “ingiustizia” che “distrugge l’uomo e la donna perché non hanno da mangiare”, anche se c’è “tanto” cibo nel mondo. Poi lo sfruttamento umano, le diverse forme di schiavitù.

 


Papa Francesco– Ai nostri giorni c’è una “grande persecuzione” non solo nei confronti dei cristiani ma anche contro ogni uomo e donna, “tramite le colonizzazioni culturali, tramite la guerra, tramite la fame, tramite la schiavitù”. E dietro a ogni persecuzione “c’è il demonio che cerca di distruggere la confessione di Cristo nei cristiani e l’immagine di Dio nell’uomo e nella donna”. L’ha detto papa Francesco nella messa che ha celebrato stamattina a Casa santa, commentando sulla Lettera di Pietro che racconta come nei secoli la persecuzione ai cristiani sia “scoppiata” come un “incendio”.

La persecuzione, ha sostenuto Francesco, è “parte della vita cristiana”, “una beatitudine”. Gesù – ha ricordato - è stato perseguitato “a causa della sua fedeltà al Padre”.  “La persecuzione – ha detto ancora - è un po’ ‘l’aria’ della quale vive il cristiano anche oggi, perché anche oggi ci sono tanti, tanti martiri, tanti perseguitati per amore a Cristo. In tanti Paesi i cristiani non hanno diritti. Se tu porti una croce, vai in galera e c’è gente in galera; c’è gente condannata a morire per essere cristiani, oggi. C’è stata gente uccisa e il numero più, è più alto dei mariti dei primi tempi. Di più! Ma, questo non fa notizia. E per questo i telegiornali, i giornali non pubblicano queste cose. Ma i cristiani sono perseguitati”.

Ma oggi, ha proseguito. c’è anche un’altra persecuzione: “ad ogni uomo e donna perché sono l’immagine vivente di Dio”. “Dietro ogni persecuzione sia a cristiani sia agli umani c’è il diavolo, c’è il demonio che cerca di distruggere la confessione di Cristo nei cristiani e l’immagine di Dio nell’uomo e nella donna. Dall’inizio ha cercato di fare questo - possiamo leggerlo nel Libro della Genesi - distruggere quell’armonia tra uomo e donna che il Signore ha creato, quell’armonia che deriva dall’esser l’immagine e la somiglianza di Dio. E è riuscito a farlo. È riuscito a farlo con l’inganno, la seduzione … Con le armi che lui utilizza. Sempre fa così. Ma anche oggi c’è una forza, io direi un accanimento contro l’uomo e la donna, perché, altrimenti, non si spiegherebbe questa ondata in crescita delle distruzioni all’uomo e alla donna, all’umano”.

Il Papa ha indicato la fame, una “ingiustizia” che “distrugge l’uomo e la donna perché non hanno da mangiare”, anche se c’è “tanto” cibo nel mondo. Poi lo sfruttamento umano, le diverse forme di schiavitù come recentemente ha visto in un filmato girato “di nascosto” su un carcere in cui sono rinchiusi migranti, sottoposti a “torture”, a forme di “distruzione” per “fare schiavi”. E ciò avviene “dopo 70 anni dalla Dichiarazione dei diritti umani”.

Poi ci sono le colonizzazioni culturali, “quando gli imperi fanno accettare disposizioni della loro cultura contro l’indipendenza, contro la cultura della gente, impongono cose che non sono umane per distruggere”, per “la morte”.

E ciò che vuole il demonio è proprio “la distruzione della dignità” e “per questo perseguita”. “E alla fine, possiamo pensare alle guerre come uno strumento di distruzione della gente, dell’immagine di Dio. Ma, anche, pure, alle persone che fanno le guerre, che pianificano le guerre per avere una potenza sugli altri. C’è gente che porta avanti tante industrie delle armi per distruggere l’umanità, per distruggere l’immagine dell’uomo e della donna, sia fisicamente sia moralmente sia culturalmente. ‘Ma, padre, quelli non sono cristiani. Come mai perseguitati?’ – ‘Sì, sono immagine di Dio. E per questo il demonio perseguita loro’. E gli imperi continuano le persecuzioni oggi. Noi non dobbiamo permetterci di essere ingenui. Oggi, nel mondo, non solo i cristiani sono perseguitati; gli umani, l’uomo e la donna, perché il padre di ogni persecuzione non tollera che siano immagine e somiglianza di Dio. E attacca e distrugge quell’immagine. Non è facile da capire questo; ci vuole tanta preghiera per capirlo”.