聆听教宗方济各
我们将通过这一博客,在一周之内发表教宗方济各讲话 的中文版、教宗每主日的三钟经祈祷讲话、周三例行公开接 见要理、每天清晨在圣女玛尔大之家的弥撒圣祭讲道。 教宗的讲话言简意赅、直入我们每个人的内心深处。他 的话不需要任何评论或者理论说教,只要认识了解、反思默 想足以

IN CAMMINO CON PAPA FRANCESCO
Con questo blog vorremmo mettere in circolazione, entro una settimana, anche in cinese,
le parole che Papa Francesco ci regala all’Angelus di ogni domenica, nella Udienza del Mercoledì, e nelle celebrazioni quotidiane di Santa Marta.
Papa Francesco parla in maniera chiara e diretta, parla al cuore di ognuno di noi. Le sue parole non hanno bisogno di commenti o teorie, ma di essere conosciute e meditate.
HOME - 主页     FOTO - 照片     RICERCA - 搜索     MOBILE - 移动

博客归档 - Archivio blog

Angelus
三钟经


Regina Coeli
天皇后喜乐经


Biografia
生平简历


Costituzioni Apostoliche
宗座宪章


Discorsi
讲话


Encicliche
通谕


Esortazioni Apostoliche
宗座劝谕


Interviste
采访


Lettere
书信


Lettere Apostoliche
宗座书函


Messaggi
文告


Motu Proprio
自动诏书


Omelie
弥撒讲道


Preghiere
祈祷


Santa Marta
圣女玛尔大之家


Udienze
周三公开接见


Viaggi
出访


Servizi
服务


SPECIALE TERRA SANTA
圣地专题报道


在中国的讯息
Scritto da Gigi Di Sacco
il 10 05 2018 alle 10,09

Santa Marta, 04/05/ 2018

0

i vescovi difendano i fedeli da chi li disorienta

Vicinanza, coinvolgimento con la vita del proprio gregge, sorveglianza per difendere dai lupi: così nell'omelia a Casa santa Marta, Francesco parla del 'lavoro' dei vescovi a cui spetta custodire e confermare nella fede. E dice: "che non manchi alla Chiesa la custodia dei pastori"

 


Papa Francesco-Custodire la fede e confermare nella fede: è il tema a cui il Papa dedica l’omelia alla messa mattutina di oggi. A suggerire la sua riflessione la Prima Lettura tratta dagli Atti degli Apostoli che descrive un momento difficile all’interno della comunità di Antiochia.
Il disorientamento del popolo di Dio
“Abbiamo saputo che alcuni di noi, ai quali non avevamo dato nessun incarico, sono venuti a turbarvi con discorsi che hanno sconvolto i vostri animi”, scrivono a quei cristiani Pietro e gli apostoli, decidendo, insieme allo Spirito Santo, di reagire per riportare la pace. Ad Antiochia, con la lettera, inviano dunque Barnaba e Paolo e altri uomini fidati. E leggendo la lettera i cristiani si rallegrano - continua il racconto degli Atti - “per l'incoraggiamento che infondeva”. Quelli che si erano presentati a difendere la gente come “ortodossi della vera dottrina” - dice il Papa – “credendo di essere i veri teologi del cristianesimo” avevano disorientato il popolo: gli apostoli, i vescovi di oggi, lo confermano nella fede.
 
Il vescovo vigila e veglia 
“Il vescovo – afferma Francesco - è quello che sorveglia, quello che vigila”, è la sentinella, “che sa guardare per difendere il gregge dai lupi che vengono”. La vita del vescovo “è coinvolta con la vita del gregge”. Ma il vescovo fa qualcosa di più – prosegue il Papa – come il pastore fa la veglia. Una bella parola “per descrivere la vocazione del vescovo”, e spiega:
Fare la veglia significa coinvolgersi nella vita del gregge: Gesù distingue bene il vero pastore dall’impiegato, da quello che va a pagamento e non gli interessa se viene il lupo e se ne mangia una: non gli interessa. Invece, il vero pastore che fa la veglia, che è coinvolto nella vita del gregge, difende non solo tutte le pecore, difende ognuna, conferma ognuna e se una se ne va o si perde, va a cercarla e la riporta. E’ tanto coinvolto che non lascia che se ne perda una.
Il vescovo è vicino alla sua gente
Il vero vescovo conosce dunque il nome di ciascuna pecora "e questo - afferma Francesco - ci fa capire come Gesù ha concepito il vescovo: vicino”. E lo Spirito Santo ha dato al popolo cristiano il fiuto, la capacità di capire dove c’è un vero vescovo:
Quante volte abbiamo sentito: “Oh, questo vescovo! Sì, è buono, ma non si prende cura tanto di noi, è sempre indaffarato”, o “questo vescovo si immischia negli affari, è un po’ affarista e quello non va”, o “questo vescovo si occupa di cose che non vanno con la sua missione”, o “questo vescovo è sempre valigia-in-mano, sempre in giro, dappertutto”, o “chitarra-in-mano”, ognuno può pensare … E’ proprio … il popolo di Dio sa quando il pastore è pastore, quando il pastore è vicino, quando il pastore sa fare la veglia e dà la propria vita per loro. La vicinanza.
Che non manchi la custodia dei pastori
Così deve essere la vita di un vescovo e così la sua morte e il Papa cita l’esempio di San Turibio de Mogrovejo, morto in un piccolo villaggio indigeno, circondato dai suoi cristiani che gli suonavano la chirimía perché morisse in pace. E conclude:
Preghiamo il Signore perché ci dia sempre buoni pastori, che non manchi alla Chiesa la custodia dei pastori: non possiamo andare avanti senza. Che siano uomini così, lavoratori, di preghiera, vicini, vicini al popolo di Dio … diciamolo in una parola: uomini che sappiano fare la veglia.