聆听教宗方济各
我们将通过这一博客,在一周之内发表教宗方济各讲话 的中文版、教宗每主日的三钟经祈祷讲话、周三例行公开接 见要理、每天清晨在圣女玛尔大之家的弥撒圣祭讲道。 教宗的讲话言简意赅、直入我们每个人的内心深处。他 的话不需要任何评论或者理论说教,只要认识了解、反思默 想足以

IN CAMMINO CON PAPA FRANCESCO
Con questo blog vorremmo mettere in circolazione, entro una settimana, anche in cinese,
le parole che Papa Francesco ci regala all’Angelus di ogni domenica, nella Udienza del Mercoledì, e nelle celebrazioni quotidiane di Santa Marta.
Papa Francesco parla in maniera chiara e diretta, parla al cuore di ognuno di noi. Le sue parole non hanno bisogno di commenti o teorie, ma di essere conosciute e meditate.
HOME - 主页     FOTO - 照片     RICERCA - 搜索     MOBILE - 移动

博客归档 - Archivio blog

Angelus
三钟经


Regina Coeli
天皇后喜乐经


Biografia
生平简历


Costituzioni Apostoliche
宗座宪章


Discorsi
讲话


Encicliche
通谕


Esortazioni Apostoliche
宗座劝谕


Interviste
采访


Lettere
书信


Lettere Apostoliche
宗座书函


Messaggi
文告


Motu Proprio
自动诏书


Omelie
弥撒讲道


Preghiere
祈祷


Santa Marta
圣女玛尔大之家


Udienze
周三公开接见


Viaggi
出访


Servizi
服务


SPECIALE TERRA SANTA
圣地专题报道


在中国的讯息
Scritto da Gigi Di Sacco
il 14 01 2018 alle 22,31

ANGELUS, 14/01/2018

Cercare Gesù, incontrare Gesù, seguire Gesù: questo è il cammino

All’Angelus, papa Francesco ricorda la Giornata mondiale del migrante e del rifugiato, che ‘ora in poi si celebrerà alla seconda domenica di settembre. La prossima sarà l’8 settembre 2019. ““Non basta costruirsi un’immagine di Dio basata sul sentito dire; bisogna andare alla ricerca del Maestro divino e andare dove Lui abita”.  “È fondamentale il ruolo di un vero testimone”. “Superare una religiosità abitudinaria e scontata”.  Preghiere per il viaggio del pontefice in Cile e Perù, che inizia domani.

 


 Papa Francesco– “Cercare Gesù, incontrare Gesù, seguire Gesù: questo è il cammino”: così papa Francesco ha sintetizzato la sua riflessione prima dell’Angelus di oggi in piazza san Pietro, che aveva come tema il vangelo della messa di oggi (Gv 1,35-42).

“Ognuno di noi – ha detto - in quanto essere umano, è alla ricerca: ricerca di felicità, di amore, di vita buona e piena. Dio Padre ci ha dato tutto questo nel suo Figlio Gesù”.

“In questa ricerca – ha aggiunto - è fondamentale il ruolo di un vero testimone, di una persona che per prima ha fatto il cammino e ha incontrato il Signore”.

“Soltanto un incontro personale con Gesù genera un cammino di fede e di discepolato. Potremmo fare tante esperienze, realizzare molte cose, stabilire rapporti con tante persone, ma solo l’appuntamento con Gesù, in quell’ora che Dio conosce, può dare senso pieno alla nostra vita e rendere fecondi i nostri progetti e le nostre iniziative”.

“Non basta costruirsi un’immagine di Dio basata sul sentito dire; bisogna andare alla ricerca del Maestro divino e andare dove Lui abita… La vita di fede consiste nel desiderio ardente di stare con il Signore, e dunque in una ricerca continua del luogo dove Egli abita. Siamo, pertanto, chiamati a superare una religiosità abitudinaria e scontata, ravvivando l’incontro con Gesù nella preghiera, nella meditazione della Parola di Dio e nella frequenza ai Sacramenti, per stare con Lui e portare frutto grazie a Lui, al suo aiuto, alla sua grazia”.

Nella piazza, la folla numerosa era costituita in gran parte da migranti e rifugiati che stamane hanno partecipato alla messa celebrata dal pontefice nella basilica, in occasione della Giornata mondiale del migrante e del rifugiato. A questo proposito, dopo l’Angelus, il papa ha detto che d’ora in poi, per motivi pastorali, la Giornata “sarà celebrata la seconda domenica di settembre. La prossima, cioè la 105ma, sarà domenica 8 settembre 2019”.

Citando il Messaggio da lui firmato per la Giornata 2018, egli ha ribadito che “le migrazioni sono oggi un segno dei tempi”. “La nostra comune risposta – ha aggiunto - si potrebbe articolare attorno a quattro verbi fondati sui principi della dottrina della Chiesa: accogliere, proteggere, promuovere e integrare”.

Infine, egli ha annunciato che domani si recherà in Cile e Perù (15-22 gennaio). “Vi chiedo - ha detto - di accompagnarmi con la preghiera in questo mio viaggio apostolico”.